Lo sviluppo del cricket in italia

1793

Il primo match di cui si ha notizia certa fu giocato a Napoli, tra due squadre formate da equipaggi della flotta di Lord Nelson. L’anfitrione di quella partita fu un colonnello dell’esercito borbonico, a nome Maceroni, che altra traccia storica non ha lasciato se non come primo patrocinatore del cricket italiano.

1893

Viene fondato il Genoa Cricket and Football Club, composto inizialmente da soli inglesi, che avrebbe dovuto alternare al cricket il football nella stagione invernale.

1893-1903

Al Genoa seguirono il Milan e l’Internazionale Torino, mentre a Roma, nel 1903, si costituì il Roman Cricket and Football Club. Si trattava di circoli nei quali il cricket compariva solo nella denominazione o, comunque, aveva poco peso, lasciando spazio ben presto all’emergente football.

Dal 1970 in poi

Dopo un periodo di oblio, la ripresa avvenne gradualmente negli anni Sessanta. Gruppi spontanei legati alle ambasciate romane dettero origine a squadre e si costruirono campi, prima a Roma, dove fu allestito un terreno di gioco nella villa Doria Pamphili, e successivamente a Milano, con la nascita del Milan Cricket Club da cui è scaturito anche un capitano della nazionale inglese, Ted Dexter. Nel 1980, il 26 novembre 1980, viene fondata l’Associazione Italiana Cricket che il gioco ha cominciato ad essere praticato in modo regolare e continuativo.