L’ICC svela i criteri per qualificarsi ai Mondiali T20 2021

L’ICC svela i criteri per qualificarsi ai Mondiali T20 2021

04/02/2020

L’ICC svela i criteri per qualificarsi ai Mondiali T20 2021

 

Nei giorni scorsi l’International Cricket Council (ICC) ha reso noto i criteri di qualificazione all’ottava edizione dei Mondiali di Twenty20 che si svolgeranno nel 2021 in India. Il Twenty20 è la formula più rapida e spettacolare del cricket introdotta nel 2003 e dal 2005 giocata anche a livello internazionale. Le due squadre si sfidano in innings da 120 palle a testa e gli incontri, altamente spettacolari ed incerti, non superano mai le tre ore di gioco.

Al momento non si conoscono ancora le date ufficiali in cui si giocherà questo torneo, un po’ anomalo, visto che la settima edizione dei Mondiali T20 si giocherà quest’anno in Australia e mai prima d’ora si erano disputate due edizioni consecutive.

Per entrare nelle magnifiche 16 che si giocheranno il trofeo, o quantomeno per disputare come nel 2013 (in quello che fu uno dei momenti più alti della storia del cricket italiano) il Global Qualifier, gli azzurri dovranno affrontare un percorso particolarmente tortuoso.

Dal 14 al 23 maggio 2020 gli azzurri voleranno in Spagna dove affronteranno in un torneo sub-regionale i padroni di casa iberici, la Norvegia, la Francia, la Bulgaria, Israele, Malta e Cipro. Nel caso di primo posto, gli azzurri potranno accedere alla fase finale delle qualificazioni europee dove sfiderebbe le vincenti degli altri due gironi e Jersey che in virtù del ranking favorevole si è qualificata di diritto. A quel punto basterebbe piazzarsi ai primi due posti per accedere al Global Qualifier, un torneo con tutte le migliori squadre al mondo (escluse le migliori 12 del Mondiale 2020), diviso in due gruppi da otto che si giocheranno tra marzo e luglio 2021 e che metteranno in palio due posti ciascuno.

Nel 2015 la corsa degli azzurri terminò nella fase finale delle qualificazioni europee dietro a Jersey e Germania. Nel 2013 invece l’Italia chiuse il Qualifier al 9° posto, raggiungendo una delle vette più alte della propria storia sportiva.

 

Addetto Stampa FCrl Nicola Sbetti