It’s a long way to the top… come l’Italia potrebbe qualificarsi ai Mondiali 2023

It’s a long way to the top… come l’Italia potrebbe qualificarsi ai Mondiali 2023

02/12/2019

Sgombriamo subito il campo da ogni illusione. A meno di un miracolo l’Italia non potrà qualificarsi ai Mondiali di cricket maschili che nel 2023 si svolgeranno in India. Tuttavia, il nuovo sistema di qualificazione escogitato dall’International Cricket Council, per quanto macchiavellico e barocco permetterà alla nostra nazionale di giocare almeno 15 partite e poi chissà… in caso di qualificazione ad affrontare tornei sempre più stimolanti con squadre sempre più competitive.

 

Vediamo allora come funziona questo sistema:

 

 

 

L’Italia è stata inserita nel girone B dell’ICC Mens’s Cricket World Cup Challenge League assieme a Bermuda, Hong Kong, Jersey, Kenya e Uganda. Gli azzurri dovranno incontrare queste cinque squadre in tre diversi tornei. Il primo da 2 al 12 dicembre 2020 a Mascate, la capitale dell’Oman, il secondo dal 29 luglio all’8 agosto 2020 a Kampala in Uganda e il terzo nel 2021, ma le date e il luogo sono ancora da definirsi.

Nel caso in cui l’Italia concludesse il proprio girone in testa, si andrebbe a giocare nel 2022 l’ICC Men’s Cricket World Cup Qualifier play off, un torneo con sei squadre: le vincitrice dei due gironi della Challenge League più le quattro retrocesse dall’ICC Men’s Cricket World Cup League 2, un torneo che vedrà sfidarsi fra il 2019 e il 2021 la Namibia, il Nepal, l’Oman, Papua Nuova Guinea, la Scozia, gli Emirati Arabi Uniti e gli Stati Uniti d’America.

Nel caso in cui l’Italia finisse nelle prime due posizioni il Qualifier Play Off si andrebbe a giocare nel 2022 l’ICC Men’s Cricket World Cup Qualifier un torneo di 10 squadre: le due promosse dal Qualifier Play Off le tre promosse dalla League 2 e le cinque retrocesse dall’ ICC Men’s Cricket World Cup Super League, un torneo con le 13 squadre più forti al mondo: Afghanistan, Australia, Bangladesh, Inghilterra, India, Irlanda, Olanda, Nuova Zelanda, Pakistan, Sud Africa, Sri Lanka, West Indies e Zimbabwe. Solo le prime due squadre del Qualifier potranno andare al Mondiale in India che vedrà solamente 10 squadre qualificate.

Per il momento però l’obiettivo degli azzurri è quello di provare a vincere la Challenge League.